Come piegare i pantaloni in valigia

Preparare la valigia per le vacanze, per un weekend romantico, per un viaggio di lavoro, può essere una vera impresa: piegare i vestiti in modo che non arrivino stropicciati a destinazione non è da tutti. 

In questo articolo ci concentreremo sul capo maschile per eccellenza: i pantaloni. Eleganti, sportivi, con o senza pince, realizzati in diversi tessuti; tanti modelli, tutti indispensabili a seconda delle occasioni di viaggio e delle esigenze che si propongono nella quotidianità.

 

Piegare i pantaloni: i nostri consigli 

Ecco alcuni suggerimenti su come piegare i pantaloni e metterli in valigia.

Prima di tutto, considerate la posizione in cui resterà il bagaglio per la maggior parte del tempo: per esempio, se viaggiate in treno con un trolley, considerate che resterà sdraiato orizzontalmente nella cappelliera per molte ore. Questo vi servirà per capire quali capi, i più delicati e che non volete che si sgualciscano, posizionare sulla zona più in alto.

Tra questi, includete i pantaloni. Questo capo deve essere indossato senza altre pieghe oltre quelle caratteristiche del modello. 

Una volta individuato lo spazio in valigia, nel bagaglio a mano o nel borsone, con meno carico sulla parte superiore possiamo iniziare a piegare i pantaloni.

Prima di tutto, un’accortezza: tenete i pantaloni sulla gruccia, ben stirati, fino all’ultimo secondo.

Quando arriva il momento di posizionarli in valigia… Avete mai considerato di arrotolarli anziché piegarli? In questo modo arriveranno senza pieghe e pronti per essere usati: le pieghette che si creano lateralmente spariscono appena indossati.

 

Il trucco per i pantaloni in valigia 

Vediamo come procedere con questo metodo di piega dei pantaloni da uomo. Una volta tolti dalla gruccia, appoggiateli sul tavolo o sul letto, passate sopra una mano in modo da distendere per bene le fibre del tessuto. Quindi sovrapponete le due gambe, esattamente a metà, in corrispondenza del cavallo, e portate la parte inferiore all’altezza della vita. Poi arrotolateli. Avete capito bene: dovrete arrotolare i pantaloni su loro stessi, sino a formare un cilindro. Per evitare che si srotolino nel bagaglio potete posizionarli in modo che abbiano la zona della cintura in basso oppure che siano molto vicini, e perciò molto stretti, gli uni con gli altri oppure con gli altri capi.

Questo metodo è molto utile soprattutto se avete poco spazio a disposizione.

 

Il metodo classico per piegare i pantaloni

Se invece siete più tradizionalisti e preferite piegare i capi alla vecchia maniera, vi diamo un trucchetto. Avete mai pensato di passare il ferro da stiro sul capo già piegato, appena prima di posizionarlo nel bagaglio? 

Piegate i pantaloni gamba su gamba, all’altezza del cavallo, quindi portate l’orlo inferiore sulla cintura. Una volta che siete soddisfatti del modo in cui avete piegato i pantaloni passate un po’ di vapore o direttamente il ferro da stiro sul capo.

In questo modo guadagnerete spazio e darete ai pantaloni una forma da mantenere durante il viaggio. Ovviamente, fate attenzione a non passare il ferro in punti in cui non volete che si creino delle pieghe. 

 

Prenditi cura dei tuoi pantaloni in valigia 

Ora vi diamo un consiglio che in pochissimi mettono in pratica e che vi servirà anche per conservare meglio il capo, oltre che per mantenere più ordine tra gli indumenti. Mettete i pantaloni in valigia, piegati con il metodo da voi preferito, in una busta di stoffa, per esempio quella con cui Lirecento protegge i pantaloni durante la spedizione. In alternativa, potete avvolgerli in una sciarpa di cotone. 

In questo modo i pantaloni, soprattutto quelli chiari, eviteranno di andare in contatto con altri tessuti e colori, e manterranno la forma che gli avrete dato.